Laboratorio di coding alla scuola primaria di Sovere

CODING BY GAMING

Il progetto degli alunni della scuola primaria di Sovere nasce dall’incontro delle nuove tecnologie digitali con la sperimentazione didattica.

La collaborazione tra alunni e insegnanti delle varie classi ha favorito l’apprendimento del Coding in un intreccio sperimentale contestuale all’approccio alla metodologia della Scuola Senza Zaino.

Con il coding bambini e ragazzi sviluppano il pensiero computazionale e l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere.

Gli alunni di classe quinta sono diventati attori dell’apprendimento in veste di Tutor degli alunni di prima. Questa condivisione del percorso ha favorito la motivazione dei più grandi e il desiderio d’imparare dei piccoli.

FASI DEL PROGETTO

 

In un primo momento gli alunni di quinta, che già hanno esperienza di Coding, hanno familiarizzato con i robot BLUE BOT ed hanno costruito dei tappeti  didattici per eseguire le attività.

 

Poi si sono trasformati in “Maestri del Coding” insegnando  l’utilizzo dei piccoli robot attraverso attività a gruppi dove si utilizzano i comandi manuali per ricostruire sequenze (algoritmi) di movimento.

 

Dal movimento a comandi manuali sono passati all’utilizzo bluetooth dei Robot su tablet  nella realtà virtuale di altri percorsi riprodotti graficamente.

In questo laboratorio hanno ricevuto la visita gradita di alti funzionari come il Sindaco e il Dirigente Scolastico che si sono messi in gioco diventando a loro volta allievi.

 

Ultima fase: l’approccio a siti online di didattica del coding già strutturati, con attività guidate per bimbi di varie età e anche in questo caso gli alunni hanno insegnato/guidato i piccoli ad un primo utilizzo  del coding.

 

 

Le tre attività non devono necessariamente essere viste e proposte in sequenza ma sono intercambiabili e tutte portano a sviluppare competenze trasversali, valorizzare le potenzialità di ciascuno e potenziare le capacità di attenzione, concentrazione e memoria.

Una bella esperienza per ragazzi e insegnanti!

 

VISITA GALLERY

 

Ultimo aggiornamento: 22/11/2017 - Articolo visualizzato 510 volte